Mineralogramma

Un ciuffo di capelli per conoscere il tuo metabolismo.
Un moderno e più preciso metodo di indagine diagnostica.
Ognuno di noi leggendo e rileggendo i risultati degli esami del sangue nel tentativo di cogliere la causa dei nostri disturbi o qualche ammonimento per le nostre imprudenze dietetiche, di rado si sofferma sulla parte in cui vengono esaminati i minerali nonostante l'alimentazione odierna sia spesso molto carente di fattori minerali e vitaminici. Poi ripensandoci, ci accorgiamo che nonostante una regolare quantità di calcio siamo tormentati da dolori alle ossa e nonostante l'abbondanza di fosforo spendiamo capitali dal dentista.
Oggi è scientificamente provato che molte allergie sono causate da una deplezione di manganese e che spesso ci ammaliamo senza sapere che può dipendere da una carenza di rame.
Eppure i minerali calcio, fosforo, magnesio, manganese, zinco, nickel, molibdeno, cromo, ecc. hanno una parte essenziale nel determinare un buono stato di salute, fastidiosi disturbi saltuari o gravissime malattie. Ogni processo neurovegetativo è dovuto a precisi rapporti di ciascun minerale con gli altri e anche modeste alterazioni finora insospettate, possono innescare una serie di devastanti effetti per la nostra salute.
Inoltre, l'inquinamento sotto tutte le forme ha intossicato gran parte delle persone con metalli pesanti (piombo, mercurio, cadmio, alluminio, ecc.) che se evidenziati e correttamente misurati possono da soli spiegare una lunga serie di malattie psichiche e fisiche.
Effettivamente il dosaggio corrente di tutte queste sostanze che si riflette su sangue o urine non è molto d'aiuto al medico perché rappresenta esclusivamente i minerali che circolano da e verso le zone di riserva corporea e non la quantità immagazzinata nei tessuti e utilizzata per i processi metabolici. In virtù dell'omeostasi i valori ematici del calcio, ad esempio, devono essere normali anche in presenza di osteoporosi grave. C'è di più, per il mantenimento di questa omeostasi il sangue attinge calcio dalle ossa comportando, in caso di carenze o di male assorbimento, rachitismo, dolori articolari, osteoporosi, ecc.
Per restare in tema di calcio, non è detto che una carenza si possa risolvere con la supplementazione ma solo rilevando i rapporti intracellulari di tutti gli elementi minerali insieme.
Può succedere che una dieta ricca di calcio ci riservi esclusivamente obesità, cellulite, svogliatezza, perdita dei capelli, rughe, disturbi circolatori, stitichezza, allergie, osteoporosi, ecc.
Al contrario, in alcuni soggetti tanti psicofarmaci potrebbero essere stati risparmiati se un esame tessutale, il mineralogramma appunto, avesse messo subito in evidenza una carenza di calcio la quale comporta, tra le altre cose, paure, turbe emozionali, ansia, tachicardia, apprensione, ecc.

Che cosa fare quindi?
Alcuni ricercatori hanno individuato un metodo usato da centri di ricerca di tutto il mondo per avere una reale e precisa immagine di ciascun minerale contenuto nei tessuti, i reciproci rapporti e il mondo in cui vengono utilizzati dal nostro organismo: questo metodo è conosciuto meglio come MINERALOGRAMMA.
È ricavato, attraverso un test rapido e preciso, da una piccolissima quantità di capelli i quali per la loro costituzione riflettono l'attuale situazione neurovegetativa e metabolica del nostro organismo, consentendo precise indicazioni sulle reali cause di malattia, facilitando terapie più mirate e una più facile e duratura guarigione.
Dal MINERALOGRAMMA PEGASO si ottiene il dosaggio di 24 tra minerali costitutivi dell'organismo, minerali traccia, metalli tossici e rispettivi rapporti, consentendo a un medico esperto una minuziosa e approfondita indagine.
Ecco qualche esempio:
- aver evidenziato il rapporto zinco/rame e regolandone l'eventuale squilibrio può giovare alla guarigione dell'artrite; come pure rilevare e regolare la quantità di cadmio può essere cruciale nella cura dell'ipertensione;
- aver dosato la quantità di piombo tessutale, anche quando appare normale il magnesio nel sangue, può consentire una tempestiva prevenzione dell'arteriosclerosi o la guarigione da uno stato depressivo;
- i disturbi della menopausa possono essere elusi prevenendo alcuni squilibri metabolici e ormonali che questa comporta;
- ridotti livelli intracellulari di fosforo o elevati di calcio predispongono all'obesità; - può succedere che l'inguaribile irrequietezza di un bambino sia dovuta ad accumulo di mercurio;
- le diffuse allergie alimentari, per esempio, che riescono a eludere i più sofisticati metodi di accertamento e le terapie più potenti, possono essere debellate accertando tramite il mineralogramma gli squilibri nei rapporti fra minerali;
- è stato possibile anticipare situazioni patologiche ancora prima della comparsa della sintomatologia.
Questi pochi e semplici esempi fanno intuire la potenzialità e l'efficacia del mineralogramma, valida arma per il benessere fisico e psichico dell'individuo.


Ritorna alla
pagina principale